Tecnica Cranio Sacrale per Animali

TECNICA CRANIO SACRALE PER ANIMALI

Il sistema cranio sacrale è un sistema fisiologico che influisce su molte funzioni del corpo

Uno squilibrio in questo sistema può influire negativamente sul cervello, sul midollo spinale, sul sistema nervoso e sul sistema immunitario causando disfunzioni sensoriali, motorie ed intellettive.

Il nome cranio sacrale che identifica questo sistema deriva dalle principali ossa associate al sistema stesso tra cui quelle del cranio, del visto e della bocca e quelle della colonna vertebrale fino all’osso sacro.

Questo sistema è collegato da membrane che racchiudono un sistema idraulico funzionale all’emissione ed al riassorbimento del fluido cerebrospinale

Questa tecnica viene applicata mediante una palpazione non invasiva che aiuta le forze idrauliche interne a migliorare l’omeostasi del corpo ossia il suo ambiente corporeo interno favorendo le attività fisiologiche autocorrettive.

Durante la seduta avviene il rilascio somato emozionale, raramente avviene che in un disagio fisico non vi sia una componente emotiva che lo alimenta e ne impedisce la dissipazione, individuando l’emotività trattenuta a livello organico in un dato punto (organo o tessuto che sia) viene liberata ed il processo di guarigione inizia

Applicato su un animale di qualsivoglia specie i campi di applicazione sono innumerevoli, può influire positivamente in molti campi:

  • Recupero della vitalità
  • Mobilità ridotta
  • Mal di testa
  • Problemi mandibolari (ATM)
  • Contrasta infezioni ricorrenti
  • Apparato osteoarticolare (contusioni, fratture, artrosi, paresi, artriti ec..)
  • Dermatologia
  • Supporto in patologie acute e croniche
  • Dolori di qualsivoglia natura
  • Disturbi psico- emotivi
  • Stimolazione delle difese immunitarie
  • Patologie neuro degenerative
  • Supporto paziente oncologico
  • Epilessia
  • Supporto nell’animale anziano

CRANIO SACRALE le mani che curano

Terapia Craniosacrale nell’insonnia

TERAPIA CRANIO SACRALE NEL TRATTAMENTO DELL’INSONNIA

In quest’ultimo articolo sul sonno voglio parlarti di una tecnica che può aiutarti a dormire meglio e per più ore senza farmaci

ll sonno è uno dei fattori maggiormente determinanti per la qualità della vita.

La quantità è la qualità del sonno sono direttamente proporzionali. Dormire è essenziale per l’organismo, proprio come respirare o mangiare.

Dormire è una necessità biologica; durante il sonno si vive un periodo in cui il cervello elabora ciò che ha immagazzinato durante la giornata, eliminando il superfluo e preparandosi alla veglia.

Dormire male è causa che porta comuni complicazioni durante tutta la giornata, infatti provoca abbassamento delle difese immunitarie, scarsità di concentrazione, spossatezza e affaticamento, stress, ansia, depressione, aumento del rischio di patologie cardiovascolari, invecchiamento precoce. Negli ultimi anni, i problemi legati ai disturbi del sonno, insonnia in particolare, sono drasticamente aumentati. Probabilmente dietro a questo incremento ci sono abitudini scorrette (anche di natura alimentare) e ritmi di vista estenuanti.

Spesso accade pertanto che si dorma meno per lavorare di più, creando un circolo corrotto che rende, in definitiva, meno efficaci e produttivi e non è assolutamente vantaggioso.

In Italia circa 3 persone su 10 soffrono di disturbi del sonno come l’insonnia, quindi questi problemi sono davvero comunissimi.

Molte persone non riescono a dormire bene, sia per disagi fisici ma soprattutto per motivi di stress psicologico. Lo stress quotidiano, che è una somma di stati d’animo come la preoccupazione, l’ansia, la depressione e così via, produce una attivazione continua del sistema nervoso autonomo ortosimpatico, che impedisce di essere tranquilli e di dormire in maniera continuativa e serena. Questo deficit di sonno porta la persona a sentirsi irritata, di malumore e stanca durante la giornata.

L’insonnia può diversificarsi in insonnia transitoria, della durata di alcuni giorni; insonnia a breve termine, circoscritta in alcune settimane che può derivare da precisi avvenimenti stressanti come fuso orario o cambi ambientali; insonnia cronica, legata a disturbi di carattere psichico e fisico.

Con il trattamento Cranio sacrale si agisce proprio sul sistema nervoso della persona, che durante la seduta viene facilitata dall’operatore a ritornare ad uno stato di profonda quiete, attraverso il quale è in grado di lasciare andare le tensioni psico-fisiche che sono alla base dell’insonnia. Il trattamento Cranio sacrale è molto raffinato e profondo, riuscendo a far riconnettere la persona con il proprio stato di salute, cioè riportarla a manifestare le proprie forze e risorse che da sola non ha la possibilità (in quel momento) di esprimere.

Il sistema cranio-sacrale comprende le membrane ed i fluidi celebrospinali che proteggono il cervello e il midollo spinale, in un percorso che va dal cranio fino al sacro. In alcuni casi questo percorso può essere ostruito a causa di traumi, tensioni, ansie, ossia grandi disagi emotivi.

Altre cause possono risiedere nel sistema somato-viscerale. Per esempio nei neonati possono svilupparsi tali complicazioni nel corso della maturazione e ripercuotersi significativamente in età adulta.

Già dopo la prima seduta la persona si sente meglio, più serena, ed il sonno comincia a migliorare. Il Cranio sacrale, agisce su più livelli: fisico, psicologico, ed emotivo.

Rilasciando le tensioni al livello della testa si stimola il libero scorrere dei fluidi all’interno del cervello. Esso infatti ha un proprio sistema linfatico per liberarsi dalle tossine e la terapia cranio-sacrale può migliorare il processo di pulizia.

Questo incrementa la qualità del sonno poiché è proprio durante la fase di sonno profondo che il cervello approfitta per ripulirsi dalle scorie.

CRANIO SACRALE il tocco gentile che sposta le montagne !