Il lato oscuro delle emozioni

Il lato oscuro delle emozioni

la testimonianza di Luna

 

Ascoltare i sintomi e riconoscerne il messaggio è il primo passo per guarire

Attraverso il mio lavoro cerco di portare a galla le emozioni nascoste che nel tempo hanno portato la manifestazione di sintomi e malattie.

Oggi porto la testimonianza di Luna (per preservare la privacy ho utilizzato un nome di fantasia) questa persona da oltre 5 anni manifesta un forte bruciore allo stomaco, forti reflussi gastrici, dolore cervicale importante ed un cardias beante (valvola dello stomaco mal funzionante) il quale viene riconosciuto essere la causa dei disturbi.

Dopo aver fatto molte visite le viene detto che l’unico modo di risolvere questo disturbo è intervenire chirurgicamente sul cardias.

Ogni tentativo farmacologico è miseramente fallito!

Ho iniziato la mia ricerca cercando di capire quale fosse l’emozione responsabile di tale disastro e dopo un’attenta analisi è emersa una violenta litigata in famiglia legata ad una inaspettata gravidanza, tale evento ha creato nell’inconscio di Luna una DHS ossia un conflitto che si è generato e che si è manifestato nel suo sistema neurovegetativo.

Il conflitto vissuto è legato al territorio il quale è stato vissuto nella corteccia cerebrale ed ha impattato sullo stomaco.

Ho aiutato Luna a risolvere il conflitto dando un segnale diverso alla sua corteccia e come per magia dal giorno dopo tutti i disturbi sono scomparsi e non si sono più manifestati nel tempo.

Ha ripreso la sua vita in modo del tutto normale, dorme nuovamente, mangia qualsiasi cosa ed è tornata di ottimo umore.

Ogni conflitto genera un’emozione che viene gestita da un’apposita area del cervello la quale poi va ad impattare sul corpo, tale manifestazione può essere immediata oppure ci vogliono anni ma è solo questione di tempo.

È fondamentale lavorare sui conflitti vissuti per ripristinare lo stato di salute sia mentale che fisico.

Ogni giorno vengono vissuti conflitti molti dei quali addirittura non riconosciuti responsabili dei disturbi del corpo.

Se c’è un sintomo allora c’è un conflitto.

coropo ed emozioni

Come influiscono le emozioni sul nostro corpo

Come influiscono le emozioni sul nostro corpo

 

Imparare a riconoscere le emozioni può fare la differenza nella qualità della vita

L’emozione è un processo interiore suscitato da un evento-stimolo: è questo ciò che la rende differente rispetto a un sentimento, ovvero un’esperienza soggettiva legata al sentire anche senza la presenza di un stimolo scatenante.
Le emozioni che proviamo sono legate a un cambiamento fisiologico associato a una risposta da parte del sistema nervoso, a cui sono collegate le reazioni ormonali ed elettro corticali. Le emozioni vengono vissute in tutto il corpo con variazioni a livello del ritmo cardiaco, pressione arteriosa, respirazione e persino in relazione alla temperatura.

L’esperienza emotiva ha effetto sulla salute degli organi influenzando in modo importante il benessere della persona.

Rabbia – Disgusto – Tristezza – Paura – Delusione, sono solo alcune rispetto alla moltitudine che ogni giorno proviamo, riconoscerle e dare loro il giusto nome è fondamentale per imparare a capirle ed a gestirle.

Secondo molte teorie vanno soppresse ma ciò è praticamente impossibile perché ogni emozione ha la sua precisa ragione di esistere, non vanno cestinate ma vanno gestite.
Anche l’ipotesi del pensiero positivo ha le sue limitazioni è vero che per stare bene bisogna essere positivi ma se prima non andiamo a lavorare su ciò che si cela nel profondo buio del proprio essere non si riuscirà mai ad avere un pensiero positivo.

Inoltre è necessario conoscere come il cervello processa le informazioni e dove, poiché ogni parte di esso ha il suo modo preciso di lavorare ed una semplice affermazione positiva potrebbe non raggiungere la sede dove è stata generata l’emozione.

coropo ed emozioni

Imparare a gestire le emozioni invece permette all’inconscio di registrarle senza agganciare la parte negativa che porta alla perdita del controllo con tutte le razioni a cascata che da lì si scatenano.
Anche se molto spesso di cerca di ignorarle, le sensazioni fisiche sono sempre presenti, anzi, più si cerca di non prestarvi attenzione, maggiore è l’intensità con cui si manifestano.
Molte volte si cerca di far tacere questi dolori o sensazioni con pillole e farmaci per alleviare i sintomi anche solo momentaneamente. Non risolvono il problema, però. Sono solo un cerotto su una ferita che non è stata curata, perché le emozioni continuano a non essere espresse nel modo giusto.

Così come l’artista colora la sua tela sfumando le plumbee tonalità fai lo stesso in te ed il dipinto diverrà autentico valore.